Fabio: “Senza la mia famiglia sarei ancora dipendente dal gioco d’azzardo”

La storia di gioco di Fabio

Fabio ha fatto due scelte importanti: ha deciso di smettere di giocare e ha deciso di condividere la sua storia per contribuire a sensibilizzare sui rischi dell’azzardo. A chiunque può succedere, infatti, di cominciare a giocare «tanto per provare» e prima di accorgersene il gioco diventa patologico.

Nella storia di Fabio è stato fondamentale l’aiuto della sua famiglia. Per questo conoscere e condividere le storie di gioco è utile non solo ai giocatori, ma anche a chi ne condivide la vita.

Precedente
Successivo
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.