Online il podcast inchiesta sull’azzardo in Italia

da | 18 Gennaio 2024

Se questo è un gioco è anche podcast. Si tratta di una vera e propria inchiesta sull’azzardo che sempre
più si caratterizza per essere un affare per pochi a danno di tutti.
Disponibile su Spotify, Spreaker, Amazon e Apple il podcast è a disposizione di tutti, ma proprio tutti. Perché, come non ci stanchiamo mai di ripetere, il gioco d’azzardo riguarda tutta la popolazione, anche chi d’azzardo non gioca. Le conseguenze e rischi dell’azzardo, infatti, toccano la sfera della salute personale e pubblica, quella economica e non da ultimo quella culturale ed educativa, come il blog La vita come un gioco ben dimostra.

Per farci un’idea, sono 136 i miliardi spesi nel 2022 in gioco d’azzardo con una stima di oltre 150 miliardi nel 2023. Si tratta di più del 5% del nostro Pil. Insomma, è come se ogni cittadino maggiorenne, residente in Italia, avesse giocato una cifra di 2.730 euro. Che siano i giochi Monopoli di Stato, come Totocalcio, Lotto, Superenalotto o i Gratta e vinci, o che siano tutte quelle piattaforme che permettono di scommettere, anche durante gli eventi sportivi, i numeri parlano chiaro. Il gioco d’azzardo nella nostra società rischia giornalmente di mandare sul lastrico intere famiglie. Una spesa enorme, superiore a quella sanitaria, che nasconde tanti drammi e casi di vera dipendenza.

Il podcast Se questo è un gioco. Inchiesta sull’azzardo: un affare per pochi a danno di tutti è stato realizzato
da Avviso Pubblico e dalla Fondazione Adventum, grazie ai fondi dell’8×1000 alla Chiesa Avventista, e distribuito da Altreconomia. Si tratta di un aiuto importante che ci permette di fare un viaggio completo e per molti versi stupefacente all’interno di questo fenomeno. In 15 puntate il giornalista Antonio Massariolo ci spiega quanto il gioco d’azzardo sia subdolo e quanto, anche dal punto di vista politico, il fenomeno sia sempre stato sottovalutato.

È ora di cambiare gli equilibri di questo ‘affare’.

dove puoi ascoltare il podcast

Sul sito di Altreconomia: https://altreconomia.it/sequestoeungioco/
Su Spotify: https://open.spotify.com/episode/5hFijN6TihGtIVPJZYiADq
Su Spreaker: https://www.spreaker.com/show/se-questo-e-un-gioco
Su Amazon: https://music.amazon.com/podcasts/527bfba3-d037-4de4- aaaa-417eae85610a
Su Apple: https://podcasts.apple.com/us/podcast/se-questo-è-un-gioco- inchiesta-sullazzardo/id1725935179

0 commenti

Articoli e approfondimenti

Articoli recenti

Massimiliano, l’azzardo e Giocatori Anonimi

Massimiliano è stato un giocatore d’azzardo per gran parte della sua vita. Oggi sono più di 11 anni che non gioca, grazie all’incontro e alla frequentazione di Giocatori Anonimi. La sua è una intensa testimonianza che dimostra perché il gioco d’azzardo non è un divertimento, non è un vizio e soprattutto non è un gioco.

Il web che ci cambia la mente come il gioco d’azzardo

Gli autori del libro Il Narcisismo del You dialogano con psicoanalisi, neuroscienze, sociologia, cibernetica e letteratura per fornire al clinico, e non solo, nuovi criteri per decifrare la trasformazione delle forme del malessere causate dal digitale e dalla gamification.

storie di gioco

Massimiliano, l’azzardo e Giocatori Anonimi

Massimiliano è stato un giocatore d’azzardo per gran parte della sua vita. Oggi sono più di 11 anni che non gioca, grazie all’incontro e alla frequentazione di Giocatori Anonimi. La sua è una intensa testimonianza che dimostra perché il gioco d’azzardo non è un divertimento, non è un vizio e soprattutto non è un gioco.

Azzardo Live

Dipendenza tra i giovani: il 53% degli studenti italiani gioca d’azzardo

Gioco d’azzardo tra i minorenni in Italia: i preoccupanti dati ESPAD 2023 rivelano un’incidenza allarmante del fenomeno, con quasi 1 milione di studenti coinvolti. Il gioco d’azzardo online, le scommesse sportive e le Loot Box rappresentano i principali fattori di rischio per i giovani. L’articolo approfondisce le caratteristiche e le conseguenze del gioco d’azzardo problematico tra i minorenni, proponendo soluzioni e interventi di prevenzione per tutelare i ragazzi e promuovere un uso consapevole del gioco d’azzardo e del gaming.

i nostri esperti

Massimiliano, l’azzardo e Giocatori Anonimi

Massimiliano è stato un giocatore d’azzardo per gran parte della sua vita. Oggi sono più di 11 anni che non gioca, grazie all’incontro e alla frequentazione di Giocatori Anonimi. La sua è una intensa testimonianza che dimostra perché il gioco d’azzardo non è un divertimento, non è un vizio e soprattutto non è un gioco.

Il web che ci cambia la mente come il gioco d’azzardo

Gli autori del libro Il Narcisismo del You dialogano con psicoanalisi, neuroscienze, sociologia, cibernetica e letteratura per fornire al clinico, e non solo, nuovi criteri per decifrare la trasformazione delle forme del malessere causate dal digitale e dalla gamification.

Compagni di gioco

Il Piemonte contro il Gioco d’Azzardo Patologico

Più di 7 piemontesi su 10 hanno amici o familiari che giocano d’azzardo. La Regione Piemonte si colloca nella media nazionale per la diffusione del gioco d’azzardo, ma si distingue per le sue politiche di contrasto al fenomeno. La campagna “Perdere tutto non è un bel gioco” ha l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sui rischi del gioco d’azzardo e di informare sui servizi disponibili per chi ha problemi di gioco d’azzardo patologico. La campagna ha raggiunto quasi un quarto della popolazione piemontese ed è stata particolarmente apprezzata dai giocatori.

Iscriviti alla newsletter